Castel di Lucio, nel cuore dei Nebrodi

A circa 1340 metri di altitudine, nel cuore dei Nebrodi, c’è Castel di Lucio (Messina). Vedi il video e continua a leggere…

Castel di Lucio (in siciliano Castiddruzzu) è arroccato sul crinale di uno sperone dominante il torrente Tusa.

Il nome originario era “Castelluzzo”, dal piccolo castello, costruito sulla rocca dai Ventimiglia intorno al 1090, di cui oggi rimangono solo pochi resti.

Il paese è noto per le sue tradizioni casearie e per l’artigianato, in particolare quello della lavorazione della pietra.

Da visitare la Chiesa Madre, costruita verso la metà del XV secolo, che conserva al suo interno un ciborio in pietra attribuito al Gagini. Il paese conta oggi circa 1.300 abitanti. Vedi il video realizzato dall’emittente televisiva regionale OndaTv visibile sul canale 85 e in streaming su www.ondatv.it

Tra gli appuntamenti dell’anno: la Sagra “du cascavaddu” e la festa di San Placido, protettore del paese.

A Castel di Lucio la tradizione orale ha avuto, e ha tutt’oggi, un ruolo molto importante nel tramandare le usanze e le discendenze dei castelluccesi.

Nel video un poeta locale racconta una bellissima poesia dedicata a Castel di Lucio.

Segui BellaSicilia su YouTube, Istagram e sulla nostra pagina Facebook: CLICCA QUI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento