“Welcom terminals” nelle isole minori della Sicilia

Per migliorare i servizi turistici nelle isole minori della Sicilia arrivano i “Welcom terminals”…

In arrivo nelle isole minori della Sicilia le stazioni marittime. Nei porti saranno allestiti dei “Welcom terminals”. Si tratta di stazioni che avranno il compito di riqualificare l’offerta dei servizi turistici e allineare la qualità dei trasporti marittimi agli standard europei.

I “Welcom terminals” saranno installati per accogliere, con tutti i comfort necessari, i passeggeri che sbarcano o che sono in attesa di prendere la nave o l’aliscafo. Saranno realizzate in acciaio e con pannellature esterne con un’altissima resistenza all’usura. La realizzazione è prevista entro la prossima stagione estiva. Il governo regionale ha fatto sapere che è già stata affidata la loro realizzazione attraverso un bando di gara a un’azienda leader del settore che opera anche sui mercati internazionali. L’investimento è di circa 2 milioni di euro. Le risorse sono state stanziate dalla Regione Siciliana, attraverso il dipartimento regionale delle Infrastrutture.

Le due tipologie di “Welcom terminals”

Saranno due le tipologie di stazioni marittime realizzate: quello “big”, grande ottanta metri quadrati, sarà installato a Lipari, Favignana, Pantelleria e Ustica. La versione “smart”, di circa quaranta metri quadrati, è destinata invece a Linosa, Marettimo, Levanzo e Vulcano.

Una strategia per dotare le isole minori della Sicilia di strutture adeguate e renderle sempre più attraenti. Queste nuove stazioni saranno inaugurate a fine maggio e saranno dotate di tutti servizi necessari. Sarà presente anche l’infermeria e il posto di polizia.

Tutti i “Welcom terminals”, progettati da personale del dipartimento Infrastrutture, saranno dotati di pannelli fotovoltaici per una completa auto-alimentazione energetica e nella sale d’attesa sarà possibile trovare monitor, connessione wi-fi e punti di ricarica per i cellulari. Nei bagni ci saranno anche tutti gli ausili necessari per i disabili e in quelli destinati alle donne è previsto un apposito spazio per il fasciatoio per i neonati. I “Welcom terminals”saranno dotati anche del deposito bagagli, del punto informazioni turistiche e di un ufficio per il trattamento dei reclami.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento