E’ Siciliana la miglior ricercatrice italiana nel campo della genetica

Premio a ricercatrice Siciliana per il miglior lavoro scientifico e il miglior contributo alla scienza a livello nazionale

Ancora un importante riconoscimento per una ricercatrice siciliana.
La ricerca scientifica, ad altissimo livello, è anche alla portata delle università del sud. In questo caso di quella di Messina.

Una ricercatrice del dipartimento di Patologia Umana dell’Adulto e dell’Età Evolutiva, “Barresi” dell’Università di Messina, ha infatti ricevuto il Premio alla memoria di Giovanni Magni. Si tratta di Germana Lentini, che porta avanti i suoi studi nel campo della genetica e biologia molecolare dei microrganismi.

Il riconoscimento è stato assegnato dalla fondazione Adriano Buzzati-Traverso e riguarda il miglior lavoro scientifico e il miglior contributo alla scienza a livello nazionale, svolto e portato avanti in maniera personale e originale da ricercatrici (con età inferiore ai 35 anni).

In particolare la Commissione, presieduta da Silvano Riva, ha deciso di assegnare il premio allo studio pubblicato su “Scientific Reports” dal titolo “The plasminogen binding protein PbsP is required for brain invasion by hypervirulent CC17 Group B streptococci”.

Complimenti dallo staff di BellaSicilia alla ricercatrice messinese.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

error: