Scillato, il paese dell’acqua e delle arance

Alla scoperta di Scillato, piccolo paese situato nella Città Metropolitana di Palermo, alla base delle montagne del Parco delle Madonie. Continua a leggere per vedere i video…

Scillato (Scillatu in siciliano) è un comune italiano di 612 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia. La troupe dell’emittente televisiva siciliana OndaTv canale 85 e www.ondatv.it,  con il giornalista Franco Perdichizzi, è rimasta nel paesino per diverse ore al fine di offrirne uno spaccato. Vedi il video …

Scillato, in siciliano Scillatu, conta poco più di 600 abitanti e si trova a circa 60 km da Palermo, ai piedi del Monte dei Cervi, del Monte Fanusi e del Cozzo di Castellazzo, in una zona ricca di sorgenti d’acqua.

Le sue origini sono legate proprio all’abbondanza d’acqua, che venne sfruttata per la realizzazione di numerosi mulini, intorno ai quali si andò sviluppando il centro abitato. Un mulino viene già citato in un documento del 1156 e il nome della località Xillatum compare in documenti della fine del XII secolo.

Alcuni storici locali hanno ipotizzato un’origine assai più antica, rifacendosi addirittura ad una colonia di greci ateniesi, giunti in Sicilia all’indomani della distruzione di Troia e insediatisi fra queste colline.

L’acqua ha permesso ai terreni di essere fertilissimi e, allora, ecco l’altro tesoro di Scillato, le arance, famosissime in tutta la Sicilia. Vedi il video…

Il sindaco di Scillato ha in programma l’imbottigliamento dell’acqua e questo può essere un rilancio economico veramente importante per un paese che ha solo 600 abitanti. L’amministrazione comunale ha in cantiere un progetto per il rilancio economico della piccola cittadina, nota anche per la sagra delle arance. Vedi l’intervista di Onda Tv al sindaco Giuseppe Frisa

Si ringrazia per i video l’emittente televisiva regionale OndaTv visibile in Sicilia sul canale 85 e in diretta streaming su www.ondatv.it .

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook: CLICCA QUI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento