Alle isole Egadi tornano i “Delfini guardiani” di Marevivo

Le attività sono appena partite a Favignana e Marettimo. Continua a leggere….

L’educazione ambientale ritorna ad animare le aule degli istituti scolastici delle Egadi con il progetto “Delfini Guardiani delle Isole” di Marevivo, che anche quest’anno coinvolge un centinaio di studenti delle scuole primarie e pluriclassi dell’IC A. Rallo dell’arcipelago siciliano. L’iniziativa alle Egadi è alla sua quinta edizione, mentre a Capri fra qualche giorno si festeggeranno i 10 anni, ed è riuscito, nel tempo, a configurarsi come percorso strutturato capace di coinvolgere i più giovani ed avvicinarli alle tematiche ambientali. A partecipare gli alunni di Lipari, Vulcano, Panarea, Salina, Stromboli, Alicudi, Filicudi, Elba, Ischia, Capri e Ponza.

Le attività sono appena partite a Favignana e Marettimo. Archeologia, biologia marina, zoologia, botanica: sono solo alcuni dei temi su cui si concentreranno le lezioni previste dal programma. Un percorso diversificato in base all’età, per fornire ai più piccoli informazioni di base sulla flora e fauna marina locale, e agli alunni più grandi gli strumenti per mettere in pratica e approfondire le conoscenze già acquisite nelle scorse edizioni. Quest’anno i bambini si cimenteranno anche in attività di riqualificazione urbana, per comprendere il concetto e il valore della cittadinanza attiva e del senso di appartenenza che induce a sentirsi sempre più vicini alle istituzioni e tutori del posto in cui vivono. Alla fine del percorso, ai partecipanti sarà rilasciato il distintivo di “guardiani dell’isola”, riconoscimento che gli consentirà di recarsi, senza accompagnatori adulti, al proprio Comune o alla Capitaneria di Porto per segnalare eventuali problemi legati alla salute del territorio.

«Tra gli obiettivi del programma – afferma Rosalba Giugni presidente di Marevivo – c’è creare consapevolezza nei ragazzi per essere nati in un luogo di particolare bellezza e ricchezza dove biodiversità marina e terrestre si coniugano fondendosi in una cultura mediterranea, in difficoltà, che va difesa. Un percorso per metterli in contatto con le eccellenze presenti sulla loro isola valorizzandone le attività».

«Contribuire a far crescere cittadini attivi e responsabili è di fondamentale importanza per il futuro del nostro arcipelago – afferma il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto – perché attraverso l’educazione che questi giovani riceveranno si affermerà sempre più il concetto dell’importanza della tutela, intesa non come limite posto alle attività umane, ma come garanzia della difesa e della sopravvivenza del patrimonio naturalistico e culturale isolano».

Alla valutazione positiva del progetto si unisce anche Michele Ponzio, vicario del dirigente scolastico nelle isole Egadi, che afferma: «sottolineiamo l’impegno comune per garantire alla scuola di Favignana e Marettimo qualità della didattica e regolarità delle lezioni. Con entusiasmo contribuiamo alla realizzazione delle tante iniziative che ci vengono proposte da associazioni come Marevivo, che arricchiscono la preparazione dei nostri studenti, avvinandoli a tematiche ed esperienze di grande valore scientifico e culturale».

Anche quest’anno MSC Crociere sostiene il progetto Delfini Guardiani per gli alunni delle isole Egadi, Eolie e all’Elba. Marevivo però non ha pensato solo ai bambini che vivono sulle isole minori ma anche a quelli che navigano il Mediterraneo a bordo delle navi, vere e proprie isole galleggianti, predisponendo dei materiali ludico-didattici messi a disposizione dei giovanissimi e dei loro genitori a bordo delle navi da crociera MSC.

A supportare il progetto alle Egadi l’Area Marina Protetta Isole Egadi, Liberty Lines e Siremar.

L’iniziativa a livello nazionale gode dei patrocini del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Federparchi, dei Carabinieri Forestali, della Regione Siciliana – Assessorato Territorio ed Ambiente, dell’Ufficio Scolastico Regionale Sicilia, e si avvale della collaborazione della Marina Militare e del Corpo delle Capitaneria di Porto. Tutti accomunati dall’opinione che l’educazione ambientale riveste un ruolo importantissimo per lo sviluppo sostenibile e per la tutela e il mantenimento delle aeree naturali protette.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento