Nel messinese l’Ulivo più antico del Mediterraneo

La pianta millenaria si trova nel comune di Pettineo. Continua a leggere …

Il piccolo paese medievale di Pettineo, in provincia di Messina, ospita varie piante monumentali di ulivi, Piante secolari motore e traino di uno sviluppo a vocazione turistica e biologica. Se la Sicilia è la regione con il maggior numero di varietà di olivo di tutto il bacino del Mediterraneo, la valle dell’Halaesa in cui si trova il comune di Pettineo vi sono le più “prestigiose” varietà.

Percorrendo la S.P. 176 Pettineo-Castel di Lucio, lungo la quale giganteggiano gli ulivi, per esempio quelli della famiglia “oleaceae”, cultivar santagatese c’è anche un ulivo di 1800 anni, uno dei più antichi del Mediterraneo. Un patrimonio immenso che potrebbe rilanciare il settore turistico del comune e promuovere il prodotto olio mettendo in risalto il territorio e la sua unicità.

Da queste piante con oltre mille anni di vita potrebbe nascere un progetto turistico che valorizzi il sistema territorio nella sua vocazione.

Il più vecchio al mondo si trova a Creta

Parlando sempre di piante di ulivo quello più vecchio del mondo si trova a Creta ed ha 4000 anni. La pianta produce ancora olive. L’albero riceve ogni anno migliaia di visitatori e si trova nel villaggio di Vouves, sull’isola di Creta. Per gli esperti è l’albero di ulivo più vecchio del mondo. La sua età si aggira tra i 2000 e i 4000 anni.

In Italia la patria degli ulivi secolari è certamente la Puglia dove queste piante potrebbero diventare presto Patrimonio Unesco. Alberi che hanno alle spalle una storia millenaria e oggi sono dei veri e propri simboli del patrimonio naturale regionale e nazionale, oltre che una fonte di sostentamento economico per i residenti. Da queste piante i pugliesi ricavano olio extravergine di qualità, uno dei prodotti più caratteristici del Made In Italy.

Gli ulivi più antichi in Italia

Ecco alcuni degli ulivi più antichi d’Italia: l’antico ulivo di Borgagne in Puglia. L’ulivo millenario di Palombara Sabina nella regione Lazio. L’ulivo secolare di Corato in Puglia. L’Ulivo millenario di Vernole sempre in Puglia e l’Ulivo millenario di Luras in Sardegna.

Nella foto di copertina l’ulivo di Pettineo (foto di Maddalena Rizzo)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento