Il cammino di Santa Rosalia diventa un percorso turistico religioso

I luoghi in cui ha vissuto e si è rifugiata Santa Rosalia diventano un percorso turistico religioso, sul modello di Santiago de Compostela. Continua a leggere…

Nasce in Sicilia un nuovo percorso turistico religioso, l’itinerario dal nome ”Itinerarium Rosaliae”, che segue il cammino di Santa Rosalia.

Il percorso turistico, finanziato dall’Assessorato regionale all’Agricoltura, si muove lungo oltre 180 km di sentieri praticabili a piedi, in bici o a cavallo e attraversa 3 riserve naturali (Ficuzza, Serre della Pizzuta, Monte Pellegrino), il Parco dei Monti Sicani e 14 Comuni, collegando il Santuario di Santa Rosalia di Monte Pellegrino e l’Eremo di Santo Stefano di Quisquina.

Il nuovo percorso religioso è stato presentato presso il Santuario di Monte Pellegrino durante una conferenza stampa alla quale hanno preso parte l’Assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, l’Arcivescovo di Palermo, Mons. Corrado Lorefice, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, i rappresentanti delle diocesi di Agrigento, Monreale e Piana degli Albanesi e i primi cittadini dei comuni interessati dal percorso.

Una speciale app, realizzata nell’ambito del progetto, permetterà ai pellegrini e ai turisti di orientarsi lungo il sentiero, fornendo dettagli precisi sulla posizione, e di avere informazioni in tempo reale sulla storia, le eccellenze, i punti ricettivi e gli eventi promossi nei territori interessati dal percorso; inoltre, è stato realizzato un video, in italiano e in inglese, di 30 minuti, con un formato breve di 3 minuti, che racconta il cammino della Santa descrivendo il valore religioso, monumentale e naturalistico dell’ “Ininerarium Rosaliae”.

Un percorso che rappresenta una grande opportunità per valorizzare il territorio siciliano, ricco di storia, cultura e tradizioni religiose.

Il cammino di Santa Rosalia racchiude in sé cultura, natura, bellezza e identità. Grazie alle nuove tecnologie, i pellegrini avranno l’opportunità di avere il territorio a portata di mano: l’app che è stata realizzata nell’ambito del progetto fornirà dei servizi specifici ai turisti e permetterà alle aziende e ai 14 comuni dei territori che fanno parte del percorso di interfacciarsi con nuovi utenti.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook: CLICCA QUI

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento