La Festa di Teatro Eco Logico torna sull’isola di Stromboli

9 giorni di teatro, musica, danza e altri eventi tutti ad ingresso libero e tutti realizzati senza l’ausilio di corrente elettrica…

Senza corrente elettrica aggiunta: si conferma anche quest’anno uno degli appuntamenti più particolari e suggestivi dell’estate, la FESTA DI TEATRO ECO LOGICO, nove giorni di teatro, musica, danza e altri incontri che animeranno l’isola di Stromboli dal 22 al 30 giugno, tutti rigorosamente “a spina staccata” ovvero senza l’ausilio della corrente elettrica per riportare al centro della performance la naturale relazione fra artista, spettatore e ambiente.

L’edizione 2019 della Festa celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e i 50 anni dallo sbarco sulla luna con il titolo Paura & Desiderio: «La VI EDIZIONE della FESTA DI TEATRO ECO LOGICO prende le mosse da questi due anniversari – racconta Alessandro Fabrizi, direttore della Festa insieme a Hossein Taheri – e trae ispirazione dalle parole di Leonardo che così descrisse la sensazione di trovarsi difronte a una buia caverna: “subito si destarono in me due cose: paura e desiderio; paura per la minacciosa oscura spelonca, desiderio per vedere se là entro fussi alcuna miracolosa cosa ”. La Festa sarà dunque dedicata ai viaggi nel buio: per mare, per terra, nello spazio e nella materia, nell’animo e nel cuore, tutti in qualche modo illuminati dalla casta diva, la luna»

Come sempre un ricchissimo programma di eventi ad ingresso libero che spaziano dal teatro alla musica alla danza e in più conferenze, presentazioni, incontri, laboratori per bambini diffusi su tutta l’isola, in tutte le ore del giorno e della notte.

 

Spettacolo più esclusivo ed esperienza irripetibile di questa edizione è UN SOGNO NELLA NOTTE DI SAN GIOVANNI: la proposta integrale del MIDSUMMER NIGHT’S DREAM di Shakespeare, dove Midsummer Night, generalmente tradotto come “notte di mezza estate” è in realtà tradizionalmente la notte di San Giovanni, quella tra il 23 e il 24 giugno. Lo spettacolo diretto da Alessandro Fabrizi sarà allestito in più parti e a più riprese nelle ore del giorno e della notte previste dal play originale (23 giugno ore 19 e ore 24, 24 giugno ore 5.30 e ore 23, con replica il 26 giugno): una messa in scena unica nel suo genere dove attori e natura avvolgeranno lo spettatore approfittando dell’ambientazione lussureggiante e al tempo stesso ombrosa che offre l’isola. Ma non saranno solo le avventure di Oberon e Titania ad ammaliare lo spettatore il 23 giugno, ci saranno le erbe fatate di San Giovanni svelate con sapienza da Luca Morari di Ricola (ore 18.30) e poi le stelle, da quelle nominate da Shakespeare a quelle che illuminano la notte strombolana, che ci verranno indicate dall’astrofisico Ettore Perozzi (ore 23).

Regina della notte è poi la luna, un’altra grande protagonista della Festa di Teatro Eco Logico: dalle sue declinazioni letterarie come nel racconto del noto personaggio dall’Orlando Furioso di Vittorio Continelli in ASTOLFO E LA LUNA (25 giugno ore 19, 28 giugno ore 19.30) e in quelle scientifiche e sociologiche raccontate da Ettore Perozzi e Fernando Masullo in LUNA NUOVA (25 giugno ore 17), fino alla sua “scoperta” raccontata dalla comicità irresistibile e, è il caso di dirlo, stralunata di Andrea Cosentino in PRIMI PASSI SULLA LUNA (28 giugno ore 19.30, 29 giugno ore 22) per arrivare poi a ROCK AROUND THE MOON (25 giugno ore 22) un viaggio fra scienza, poesia e canzoni da Luciano di Samosata a Nick Drake, a cura di Hossein Taheri ed Ettore Perozzi, con Raffaella Misiti e Annalisa Baldi.

E dopo aver volato negli spazi siderali scenderemo nelle profondità del VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA, il capolavoro di Jules Verne verrà letto integralmente dagli artisti della Festa diretti da Cristiano Demurtas in tre puntate (28 giugno ore 22, 29 giugno ore 19.30, 30 giugno ore 18.00) mentre il 30 giugno alle 17.30 i geologi dell’Associazione Italiana di Vulcanologia e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia daranno del romanzo una lettura scientifica. In un’isola non poteva poi mancare la componente acquatica, raccontata dalle voci delle pescatrici di Stromboli raccolte nel monologo MARE di Francesca Pica nella suggestiva cornice di Ginostra (24 e 27 giugno ore 19); il pubblico raggiungerà il porticciolo in barca e al ritorno sarà possibile ammirare dal mare lo stupefacente spettacolo della sciara di fuoco.

L’Associazione Sosta Palmizi diretta da Giorgio Rossi e Raffaella Giordano parteciperà anche quest’anno alla Festa con LA POSTURA DEL CUORE, una performance itinerante site specific a cura delle danzatrici Francesca Antonino, Cinzia Sità, Cecilia Ventriglia (26 e 27 giugno ore 18), e ancora: IL CODICE DEL VOLO in cui Flavio Albanese racconta la vita, le peripezie, i miracoli e i segreti del più grande genio dell’umanità, la sua particolarissima personalità, ma soprattutto la sua voglia di conoscere e insegnare (25 e 26 giugno ore 19), e poi l’esperimento socio-teatrale di WHITE RABBIT RED RABBIT dove un attore porterà in scena un testo che non ha mai letto, senza regia e senza aver fatto prove (30 giugno ore 19.30) e a chiudere la Festa il 30 giugno alle 22.00 il concerto CARO LENNY… omaggio a Leonard Bernstein con Joana Estebanell Milian (soprano) e Mauro Arbusti (pianoforte). A punteggiare il tutto, improvvise azioni a sorpresa dei partecipanti al laboratorio per voce e testo di Metodo Linklater (che si tiene sull’isola dal 2005 e che quest’anno comincerà il 15 giugno), a cura di Leonardo Gambardella, alle prese con LE COSMICOMICHE di Italo Calvino, guidati da Paula Langton, Ken Cheeseman e Oliver Mannel.

Come sempre spazio anche ai più piccoli con il laboratorio LA BAMBINA VULCANO, in programma dal 23 al 26 giugno ore 17, un viaggio dentro le emozioni dei bambini a cura di Chicca Cosentino. Mentre la mattina del 23, 25 e del 28 giugno alle ore 9 durante l’happening

SPIAGGE artisti, spettatori, strombolani e villeggianti sono invitati a pulire una spiaggia dell’isola dalla plastica, sotto la guida di Andrea Lacertosa di Green World Food Garden For Kids.

Tornano poi le CHIACCHIERE DA BAR, momento di riflessione informale sugli eventi in scena, preceduto quest’anno dalla diretta su Radio Capital della trasmissione CACTUS. Basta poca acqua di Concita De Gregorio (dal 24 al 28 giugno ore 11) a cui parteciperanno gli artisti in programma, mentre nelle sere del 25, 27, 28 e 29 giugno (ore 23.30) Vittorio Continelli condividerà il suo esclusivo e originale RACCONTO DELLA BUONANOTTE con gli spettatori radunati sulla spiaggia con un bicchiere di vino. Infine ogni giorno verranno letti brani del testo che Giuseppe Demola ha appositamente scritto  per Medici Senza Frontiere in occasione di questa edizione della Festa.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento