E’ siciliana la sciarpa più lunga d’Italia

E’ lunga 4 chilometri e 64 centimetri ed è stata realizzata da una sessantina di donne in un comune del Messinese.

Primato a Santa Teresa di Riva: è stata realizzata la sciarpa più lunga d’Italia.
E’ stata Teresa Brancato, scrittrice, cuoca, impegnata nel sociale in difesa dei poveri, responsabile dell’associazione “E Berta filava” e in prima linea nello Smistausato a favore degli emarginati, a fregiarsi di questo riconoscimento. Grazie alla sua caparbietà e alla collaborazione con altre donne, Teresa Brancato ha creato una sciarpa lunga oltre 4 chilometri, dispiegata sulla spiaggia di Santa Teresa di Riva da tre donne e per otto ore sotto il sole.

Il manufatto dell’Associazione “E Berta filava” ha coperto la spiaggia di due paesi, oltre a Santa Teresa anche Furci Siculo. Per essere completato ha richiesto 4 anni di lavoro da parte di decine di donne.
4 chilometri e 64 centimetri il frutto dei sacrifici di una sessantina di donne che hanno sostenuto l’iniziativa voluta da Teresa Brancato per uno scopo sociale. Un paese non è bastato per contenere la sciarpa più lunga d’Italia, che è stata srotolata a partire dalla periferia sud di Santa Teresa di Riva, alle 9 del mattino, sconfinando fino Furci Siculo, dopo avere attraversato il greto del torrente Savoca. Le operazioni si sono concluse alle 16.30, immortalate con foto e riprese dall’alto.

Sono stati lavorati oltre 600 chili di lana riciclata da maglioni, mantelline, sciarpe e scarpe da notte e sono stati spiegati 32 rotoli di quella che dovrebbe essere certificata come la sciarpa più lunga d’Italia. Il manufatto è risultato più lungo del previsto: si pensava, infatti, di arrivare a 3 chilometri e mezzo.
Teresa Brancato commenta con soddisfazione: “Doneremo questa sciarpa agli ultimi, con i quali camminiamo insieme, cercando per quanto ci è possibile di risolvere qualche loro piccolo grande problema. Abbiamo fatto dello Smistausato un punto di riferimento, negli anni, donando il necessario a quanti non ce l’hanno ed anche un giocattolo a tanti bambini che non se lo possono permettere strappando loro un sorriso che ci ripaga di ogni sacrificio”.

Segui BellaSicilia anche su Facebook, YouTube e Instagram.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento