Torna la “Casazza” nella “Città dei 24 Baroni”, Nicosia

Torna anche quest’anno la rappresentazione sacra itinerante che rese celebre Nicosia in tutta la Sicilia fino alla fine del XIX secolo. Continua a leggere…

Nel fine settimana torna a Nicosia la “Casazza”, processione figurata, con personaggi in costume divisi in gruppi simboleggianti episodi dell’Antico e del Nuovo Testamento. L’evento era in programma nel mese di marzo ma è stato rinviato a causa del maltempo. Appuntamento quindi il 20, 21, 22 aprile 2018.

Fra le varie Casazze in Sicilia, quella di Nicosia (Enna) era probabilmente la più importante perché la processione durava circa 12 ore , con un migliaio di figuranti vestiti con abiti ricchi e sfarzosi.

Le Casazze ebbero origine a Genova e il termine deriva dal nome di alcuni edifici (casacce) dove ebbero sede le compagnie dei disciplinanti o flagellanti, formatesi nel capoluogo ligure intorno al 1260.

In questo fine settimana, la “Città dei 24 Baroni” rivive l’importante tradizione regalando ai visitatori un’emozione unica. Vedi il video con il programma …

A Genova l’usanza si è perduta all’inizio del XIX secolo, ma è sopravvissuta a Savona e in altri paesi liguri, nonché in Sicilia, ove si era diffusa nel Cinquecento grazie alle strette relazioni commerciali tra Genova e Palermo.

In Sicilia, la diffusione di tale rappresentazione fu conseguenza e parte integrante dell’opera di latinizzazione del rito religioso operata dai governanti nei confronti di un popolo isolano pesantemente legato al rito ortodosso bizantino. Fra le varie Casazze quella di Nicosia era probabilmente la più grandiosa, come riferisce S. A. Guastella (sec. XVII)

Alla fine dell’ottocento “La Casazza di Nicosia”, era composta da 35 scene del Vecchio e del Nuovo Testamento e veniva rappresentata il giovedì santo. L’evento durava circa 12 ore con la partecipazione di oltre 3000 figuranti e portava nella cittadina dell’ennese più di 15.000 visitatori.

La Casazza di Nicosia, fu descritta dettagliatamente nei dialoghi e nelle scene, come in una vera e propria sceneggiatura, dal Protonotaro Apostolico della chiesa di San Nicolò don Santo De Luca che ne fornì una dettagliata descrizione (ripresa ai giorni nostri nel libro curato da Giovanni D’Urso e Salvatore Lo Pinzino: “La Casazza di Nicosia”).

Far rivivere per le strade e le caratteristiche vie di Nicosia, dopo 165 anni, questa antica manifestazione, è un sogno  diventato realtà.

L’evento torna anche quest’anno con la rappresentazione processione figurata, con personaggi in costume divisi in gruppi simboleggianti episodi dell’Antico e del Nuovo Testamento, con vari appuntamenti dal pomeriggio alla sera.  Per informazioni e biglietti tel. 0935 672216 – 340 1067149.

Segui BellaSicilia.it anche su Facebook mettendo “mi piace” alla pagina: CLICCA QUI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento