Il volume di Ignazio Buttitta “Continuità delle forme e mutamento dei sensi: ricerche e analisi sul simbolismo festivo”

Nell’ambito dell’iniziativa di BCsicilia “30 Libri in 30 Giorni” è stato presentato il volume di Ignazio Buttitta

Nell’ambito dell’iniziativa “30 Libri in 30 Giorni” promossa da BCsicilia è stato presentato presso il Museo della Fotografia di Alia (Palermo) il volume di Ignazio Buttitta: “Continuità delle forme e mutamento dei sensi: ricerche e analisi sul simbolismo festivo”.

Il testo analizza numerosi contesti festivi siciliani ed europei. Pone la riflessione sulla questione interpretativa del simbolismo festivo, fornisce la risposta al significato antropologico di tali riti evidenziando quei casi dove si legge la continuità tra passato e presente, modelli e forme che hanno rappresentato riti lontanissimi e che attraversando il tempo e lo spazio sono arrivati sino a noi; ed altri, in cui si evince il mutamento dei sensi e delle funzioni delle feste esprimendosi nella totale desacralizzazione e nel vuoto “ritualismo”; ovvero la mera conservazione dell’esteriorità del rito senza la fede interna che lo anima, evidenziando la perdita del vincolo trascendentale. “Il ritualismo dice l’autore è il peggior nemico del rito”. Il recupero, il sostegno e la valorizzazione dei riti festivi, sono promotori di identità in quanto contenitori dell’ordine e dei valori tradizionali delle comunità.

L’autore: Ignazio Buttitta è Professore Ordinario di Discipline Demoetnoantropologiche, presso l’ Università degli Studi di Palermo. Insegna Storia delle tradizioni popolari, Antropologia culturale, Etnologia europea in diverse Università italiane come Salerno, Sassari, Catania, Enna. Oltre all’attività didattica e ad importanti ruoli professionali, attualmente ricopre numerosi incarichi, ne ricordiamo alcuni: Segretario Generale dell’Associazione per la Conservazione delle Tradizioni popolari di Palermo; Presidente della Fondazione Ignazio Buttitta; Componente del Comitato scientifico del Museo internazionale delle Marionette “A. Pasqualino”; Componente del Comitato scientifico del Centro di Studi filologici e linguistici siciliani; Componente del Comitato scientifico del Centro di Studi filologici “Giovanni Gentile”; Componente del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione su designazione della Conferenza unificata Stato Regioni; Presidente del Folkstudio di Palermo. In copertina la foto del libro.

Segui BellaSicilia anche su Facebook: CLICCA QUI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento