Il museo del carretto siciliano “Gullotti” di Bronte

Il carretto siciliano è uno dei simboli più conosciuti dell’iconografia folcloristica della Sicilia. Continua a leggere…

Inizialmente il carretto era un mezzo a trazione equina adibito al trasporto merci, oggi è uno dei simboli della Sicilia.

A Bronte (Catania), in Contrada Cantera (S.P. 17), è stato allestito un museo che comprende, oltre ai meravigliosi carretti siciliani, carrozze e calessi e circa 300 pezzi, tra sponde, ruote, ornamenti dei cavalli e pennacchi, che raccontano la storia del Carretto e dei Carrettieri siciliani.

Il carretto siciliano veniva usato nell’isola fino alla seconda metà del XX secolo come mezzo di trasporto per le merci.

Ogni mezzo veniva personalizzato tramite la scultura e la pittura trasformando il carretto in una vera e propria opera d’arte. Nel carretto venivano rappresentati momenti della storia siciliana e testimonianze di religiosità popolare.

A Bronte la famiglia Gullotti, partendo dal capostipite don Carmelo Gullotti (carrettiere di professione) e dal figlio Pippo, cura da più di sessant’anni un’originale collezione, mettendo a disposizione dei visitatori carretti di ogni tipologia e raccontando le tecniche, gli aneddoti, gli usi e i costumi dell’arte e della vita del Carretto Siciliano.

Qui un video realizzato dall’emittente televisiva OndaTv visibile sul canale 85 in tutta la Sicilia e in diretta streaming su www.ondatv.it in occasione del programma Memory.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook: CLICCA QUI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento